Missione Senegal

Missione Senegal: giorno 1, il viaggio.

Riportiamo il testo della prima mail di Mariaflora, in viaggio per il Senegal assieme a Maria Pia.
Siamo con le orecchie tese per avere sue notizie e la seguiamo passo dopo passo! 

Siamo arrivate, vive…un viaggio infinito per un ritardo da Istanbul e un aereo di uno scomodo che non ti so dire, abbiamo dormito per la disperazione.
 
Dakar è proprio Africa pura… lo vedrai dalle foto.
 
Città piena di contraddizioni…. guidano tutti come pazzi.
 
In giro per la città vedi cavalli, montoni, automobili del secolo scorso tutte rattoppate e BMW nuove di zecca nello stesso crocevia.
 
Gente col burka e ragazze in minigonna, uomini con l’abito tradizionale africano e in canottiera e infradito.
 
Mariaflora e Mariapia in Senegal
Mariapia in Senegal
Viaggio in Senegal

Va di moda mettere una pelliccia finta sul cruscotto delle automobili, soprattutto giovani e tassisti, fiori, santini e code di vacca appese per portare fortuna. 

Ci sono gli autobus stracolmi come nei film, con le persone ammassate, mendicanti ovunque. 

I controlli sono stati pazzeschi tra visto, passaporto, biglietti, test covid ricontrollati infinite volte ad ogni passaggio… all’arrivo in Senegal oltre a fornire un indirizzo ci hanno fatto anche la foto… non se ne poteva più. 

Fa caldo, è umido perchè ha piovuto da poco, si sente però il respiro del mare e se alzi gli occhi al cielo vedi volare uccelli di ogni genere tra i quali ho riconosciuto dei bellissimi pellicani. 

Si vedono baobab e palme ovunque…

Insomma una bella casbah…. 

Mamadou e Fal sono stati con noi gentilissimi e accoglienti più che mai, senza di loro non lo so se saremmo arrivate in albergo con tutti i nostri beni intatti, o forse sì, ma mi sarei fatta arrestare!

Vabbè ora ti lascio, a presto!

Mariaflora

Mariaflora e Mariapia in Senegal
Mariaflora e Mariapia in Senegal
Arrivo in Senegal